Lexia – Rivista di semiotica

Lexia è la rivista internazionale di semiotica pubblicata dal Dipartimento di Filosofia e Scienze dell’Educazione (DFE) dell’Università di Torino. Propone studi e ricerche aperte a ricevere e coltivare le intuizioni della semiotica di Saussure, Peirce, Lotman ed Eco.

Attiva dal 1993 al 1998 come rivista del Centro Torinese di Semiotica, è rinata in veste interamente nuova nel 2009 come rivista internazionale peer-reviewed del Centro Interdisciplinare di Ricerca sulla Comunicazione (CIRCe) diretto dal prof. Ugo Volli.

 


Pubblicazioni recenti:

VIRALITÀ / VIRALITY
a cura di Gabriele Marino e Mattia Thibault

Utenti, media, profesSchermata 2018-01-26 alle 15.36.28sionisti e studiosi della comunicazione parlano sempre più insistentemente di “viralità”, con riferimento alle pratiche online e, in particolare, ai social network. Icasticamente metaforica, tale folk category  è, però, priva di valore euristico, poiché si limita a descrivere ciò che accade ai testi che le vengono ascritti, senza dirci nulla sulla loro natura e sul loro funzionamento: “infettano” i discorsi sociali, si diffondono rapidamente e trasversalmente, “a macchia d’olio”, in maniera in controllabile. Ma come sono fatti? Quali caratteristiche presentano? Come vengono generati? Come si diffondono? Come vengono utilizzati? E che effetti hanno su chi li usa? Individuano forse una classe omogenea? Il volume, punto di arrivo di un percorso delineatosi a partire da una manciata di anni a questa parte e, si spera, punto di partenza per un avanzamento degli Internet studies in seno agli studi semiotici, e viceversa, si pone come obiettivo di dare risposta a queste e altre domande su quello che pare profilarsi come il principale meta–macroregime discorsivo della co municazione contemporanea. La nozione di viralità viene messa a fuoco e a nudo, onde poterla mettere in discussione e superare, tratteggiando le possibili linee guida di una “epidemiologia del senso”: uno studio rigoroso dei sistemi di significazio ne che sovrintendono alla creazione, trasformazione e propagazione dei contenuti “di cui parliamo tutti” sulla Rete.

pagine: 561
ISBN: 978-88-255-0315-9
data pubblicazione: Giugno 2016
editore: Aracne
rivista: Lexia | 25-26
 supermarket-amenities Acquista da Aracne editrice

Indice


Gabriele Marino, Mattia Thibault


(A mo’ di) Prefazione. Oh, You Just Semioticized Memes? You Must Know Everything. Un punto (e accapo) sulla semiotica della viralità (pag. 11-42)

DOI: 10.4399/97888255031592


 


Maurizio Piraccini


Preambolo. Internet, il dio pazzo (i meme, la sua lingua) (pag. 43-52)

DOI: 10.4399/97888255031593


 


Ugo Volli


Il contagio della metafora (pag. 55-72)

DOI: 10.4399/97888255031594


 


Claudia Manini


Dalla Virologia alla Viralità (pag. 73-79)

DOI: 10.4399/97888255031595


 


Giuseppe Damone


Il discorso ideologico, i media occulti e la viralità (pag. 81-86)

DOI: 10.4399/97888255031596


 


Paolo Bertetti


Virus is a language (pag. 87-101)

DOI: 10.4399/97888255031597


 


Mattia Thibault


Ronzio, feed e diffondibilità online (pag. 103-117)

DOI: 10.4399/97888255031598


 


Nathalie Roelens


Le tournant viral en philosophie contemporaine (pag. 119-138)

DOI: 10.4399/97888255031599


 


Vito Campanelli


The Memetic Contagion of Aesthetic Ideas (pag. 139-151)

DOI: 10.4399/978882550315910


 


Alessandro Perissinotto


Informazione vera, falsa e verosimile. Giornalismo, bufale e le tre condizioni della menzogna virale (pag. 155-172)

DOI: 10.4399/978882550315911


 


Massimo Leone


Il bastian contrario nella rete. Pattern rituali di formazione dell’opinione nella semiosfera dei social networks (pag. 173-210)

DOI: 10.4399/978882550315912


 


Simona Stano


From Hypochondria to Hyperchondria. Health Communication in the Web Era (pag. 211-229)

DOI: 10.4399/978882550315913


 


Bruno Surace


Ragazzacci 2.0 o del cattivo gusto online. Note semiotiche su viralità alternative ed etichetta (pag. 231-250)

DOI: 10.4399/978882550315914


 


Federica Turco


L’ideologia gender esiste davvero? Tra omofobia e libri messi al bando, percorsi narrativi di un falso mito (pag. 251-268)

DOI: 10.4399/978882550315915


 


Antonio Santangelo


I regimi di visibilità sui media. Riflessioni sociosemiotiche sui meccanismi della viralità (pag. 271-284)

DOI: 10.4399/978882550315916


 


Alessandra Chiappori


Una viralità fastidiosa. Il caso degli ulivi salentini (pag. 285-306)

DOI: 10.4399/978882550315917


 


Guido Ferraro


Generazione dei testi e irresponsabilità d’enunciazione. Da La Jetée a Twelve Monkeys (pag. 307-326)

DOI: 10.4399/978882550315918


 


Kris Belden–Adams


Interrogating Photography’s Indexical “Identity Crisis” in the Post–PostPhotography/Post–Digital Age (pag. 327-341)

DOI: 10.4399/978882550315919


 


Jenny Ponzo


La scrittura impegnata tra intertestualità e nuovi media. Il caso Roberto Saviano (pag. 343-361)

DOI: 10.4399/978882550315920


 


Andreas Ventsel


Viral Communication and the Formation of Counter–publics (pag. 365-380)

DOI: 10.4399/978882550315921


 


Marianna Boero


How do you see me?” Representations of Otherness and promotion of social inclusion through a viral video campaign (pag. 381-398)

DOI: 10.4399/978882550315922


 


Elsa Soro


Politiche dell’identità europea tra viralità e partecipazione. Il caso delle Capitali Europee della Cultura (pag. 399-413)

DOI: 10.4399/978882550315923


 


Paolo Peverini


Storytelling e “viralità”. La comunicazione non convenzionale di marketing nella prospettiva semiotica (pag. 417-439)

DOI: 10.4399/978882550315924


 


Raffaella Scelzi


Il Web–testo semiotico e il video virale (pag. 441-462)

DOI: 10.4399/978882550315925


 


Gabriele de Seta


Neither meme nor viral. The circulationist semiotics of vernacular content (pag. 463-488)

DOI: 10.4399/978882550315926


 


Dario Martinelli


Virality in humanistic discourse. The notion of “authenticity” between ideal and technophobia (pag. 489-507)

DOI: 10.4399/978882550315927


Cerchi i numeri precedenti? Visita l’Archivio di Lexia.